Luoghi fisici e luoghi virtuali: a Pavia il 31/1 con Giulio Mozzi, Giuliana Guazzaroni e Luisa Nardecchia

Vi ho già detto che stavo organizzando un simposio sul tema “Atemporalità e assenza di radicamento a un luogo” nell’ambito del IV congresso del CKBG che si terrà dal 29 al 31 gennaio del 2014 all’Università di Pavia. Sarà possibile ascoltare gli interventi venerdì 31 gennaio alle 11 presso l’aula Foscolo (Corso Strada Nuova, 65). Nell’ordine:

  • photopicGiulio Mozzi: “Di alcune cose che si possono fare per percepire i luoghi, e del modo in cui l’uso astuto del web può permettere di conservare, condividere, connettere, organizzare, strutturare tali percezioni”
  • Giuliana Guazzaroni: “Realtà aumentata, arte e poesia lungo le vie aquilane”
  • Luisa Nardecchia e Massimo Giuliani: “Sotto il tetto di una storia. La parola e il legame coi luoghi”

Vi riporto dal sito http://www.ckbg.org (qui il libro degli abstract) la mia presentazione e gli abstract dei relatori. Continue reading “Luoghi fisici e luoghi virtuali: a Pavia il 31/1 con Giulio Mozzi, Giuliana Guazzaroni e Luisa Nardecchia”

“Tecnologia e leggerezza” (dal 29 al 31 gennaio 2014)

congresso-logo-1024x487La ragione per cui vi parlo qui del C.K.B.G. la capirete leggendomi fino alla fine. Prima devo spiegarvi che Il C.K.B.G. (Collaborative Knowledge Building Group) è una comunità di ricercatori interessati alla formazione e all’apprendimento collaborativo in ambienti online. È nato per creare scambio e collaborazione sia tra i ricercatori italiani che con i loro colleghi di comunità straniere, possibilmente con un occhio al sostegno allo sviluppo di quelle del sud del mondo. Continue reading ““Tecnologia e leggerezza” (dal 29 al 31 gennaio 2014)”

Narciso, signora mia.

waterhouse_narciso_ecoVenerdì scorso su Repubblica Eugenio Scalfari viene intervistato per celebrare la pubblicazione per Mondadori di una robusta collezione di suoi scritti.
L’intervista è di quelle in cui le domande sono intercalate alle parole dell’intervistato in modo da imprimere un ritmo da deficit di attenzione, col risultato di massacrare i pensieri e qualunque possibilità non solo di approfondimento decente, ma anche di connessione fra i concetti. Poco male, dato che il tono è quello della chiacchierata sulle scale del condominio, anche un po’ adulatoria (“Dotto’, c’è la posta, come sta? Sempre un bell’uomo, eh?, chissà quante donne ha avuto…”), e i pensieri sono del tipo: “l’odio è l’amore per il potere” oppure “Freud ha indicato tre figure psichiche: Continue reading “Narciso, signora mia.”

Parlando di virtuale e psicologia a Bergamo

skin_fist

Clicca sull’immagine in basso per vedere il video del mio intervento “Le metafore del virtuale in psicologia” al BiDiEffe, il seminario permanente “Bateson, Deleuze, Foucault” a cura di Pietro Barbetta (era la sera di giovedì 26 gennaio).
Poco più giù trovi il Powerpoint.
Grazie agli amici e colleghi del BDF.
(L’immagine in apertura viene da qui)
Continue reading “Parlando di virtuale e psicologia a Bergamo”

A Macerata la realtà aumentata per riscoprire la città e la poesia

giulianaguazzaroni1Da domenica 18 settembre lungo le mura di Macerata – in occasione di Macerata Ospitale, Festival delle Arti 2011 – è possibile assistere al primo esperimento di Realtà Aumentata legato al premio “Poesia di Strada”. Negli anni precedenti il premio vedeva incontrarsi poesia e arti visive: da quest’anno le opere esposte escono dai consueti luoghi deputati al godimento delle arti e diventano protagoniste di un’esperienza multisensoriale di fruizione di opere artistiche e poetiche. Continue reading “A Macerata la realtà aumentata per riscoprire la città e la poesia”

Nuvole: Maddalena Mapelli, “Per una genealogia del virtuale”

Sarà tra breve nelle librerie “Per una genealogia del virtuale. Dallo specchio a Facebook” di Maddalena Mapelli (editrice Mimesis).
Mi sono trovato più di una volta, in questi anni, a conversare con Maddalena, in privato e in pubblico, sulla sua visione del virtuale: che dai convegni in cui l’abbiamo ascoltata e dagli articoli in cui l’abbiamo letta (e dal blog Ibridamenti!) approda in questo libro.
Qui Maddalena affronta il virtuale a partire dalla storia dello specchio come dispositivo che genera immagini virtuali. Che è una storia tutta veneziana, perché parte dalla Murano del 1400 e arriva Continue reading “Nuvole: Maddalena Mapelli, “Per una genealogia del virtuale””

Il primo terremoto di Internet

Grazie di cuore a Laura Benedetti, docente della Georgetown University di Washington, che ha reso possibile a L’Aquila – il 4 e il 5 giugno 2010 – il convegno “Dopo la caduta. Memoria e futuro”.
Quello che segue è il testo del mio intervento, tenuto il pomeriggio di sabato 5 giugno (che qui ricostruisco grazie agli appunti e alla memoria). Chi volesse, può sfogliare la presentazione in Power Point qui di seguito. Grazie a tutti quelli che c’erano e a quelli che vorranno leggerlo.
Continue reading “Il primo terremoto di Internet”

Ridammi le mie metafore!

biancaneve

È cominciato tutto in una recente giornata di formazione, dove si parlava di rituali e riti di passaggio. Si ragionava sul fatto che nella nostra cultura gli aspetti rituali e metaforici del vivere insieme sembrano aver perso forza e ascendente: i passaggi della vita coinvolgono sempre meno il piano metaforizzato e rituale, interessando solo quello letterale.

Può darsi che questo comporti che attraversiamo passaggi importanti senza saperlo. Anzi, Continue reading “Ridammi le mie metafore!”

Ibridamenti: oltre i limiti del dispositivo

Sto preparando la rubrica “Segnalibro” per il numero 23 della rivista “Connessioni”. Fra le segnalazioni di questo numero, quella di un libro su cui avevo promesso di tornare in un post di qualche tempo fa…

Maddalena Mapelli e Umberto Margiotta (a cura di)
Dai blog ai social network. Arti della connessione nel virtuale
Mimesis, Milano 2009

Se il lavoro del gruppo di Ibridamenti.com di tanto in tanto incrocia le strade di Connessioni è perché nello studio della rete e del virtuale (che sono il campo di esplorazione del gruppo interdisciplinare Continue reading “Ibridamenti: oltre i limiti del dispositivo”

Dai blog ai social network

Ci tornerò quando l’avrò letto, per approfondire il contenuto: nel frattempo vi annuncio l’uscita di Dal blog ai social network. Arte della connessione nel virtuale” curato da Maddalena Mapelli e Umberto Margiotta.
È il nuovo capitolo, dopo “Il blog e l’università”, della ricerca sul virtuale condotta dagli amici di Ibridamenti.com, laboratorio nato dalla Scuola di Dottorato in Scienze del Linguaggio, della Cognizione e della Formazione dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.
Qui (sul blog di Maddalena Mapelli) trovate l’introduzione; qui lo acquistate; qui di seguito, invece, potete leggere l’indice: Continue reading “Dai blog ai social network”