Torna “Mettiamoci una pezza”

Chi frequenta questo blog sa chi è Animammersa e in quanti modi è attiva dall’aprile del 2009, quello in cui L’Aquila venne giù.
Sta per finire il quinto anno da allora, e Animammersa torna con “Mettiamoci una pezza”, dopo l’edizione del 2012 che vide realizzare nel centro storico dell’Aquila un immenso esperimento di urban knitting.
Vi lascio alle parole di Animammersa: Continua a leggere “Torna “Mettiamoci una pezza””

Urban knitting: dal 6 aprile all’Emilia

knit02knit03knit04

Vi avevo parlato l’anno scorso dell’azione di urban knitting di Animammersa a L’Aquila. Quest’anno, in vista del quarto anniversario del terremoto, Mettiamociunapezza torna per sferruzzare un ponte di lana dal capoluogo abruzzese fino in Emilia. Prossima destinazione: ovunque ci sia una “zona rossa”.
Dal blog Mettiamociunapezza:

Noi non “sferruzziamo” perché è un’azione di genere. Certo, la lana è un’arte prettamente femminile. Ma, a parte che ci siamo rese conto di quanta parte dell’universo maschile Continua a leggere “Urban knitting: dal 6 aprile all’Emilia”

Metti la maglia di lana (urban knitting a L’Aquila)

Urban knitting
Urban knitting di peterned, su Flickr

Se siete amici del ragno, di Animammersa ormai sapete molte cose.
Quello che forse non sapete ancora è che in questi giorni sta animando “Mettiamoci una pezza”, un’azione di urban knitting (dicesi anche “yarn bombing”: come dei graffiti, ma di lana; per rivestire piazze, angoli di città con migliaia di quadrati colorati cuciti insieme) in previsione del 6 aprile, terzo anniversario del terremoto. Continua a leggere “Metti la maglia di lana (urban knitting a L’Aquila)”