Twitterremoto (da Bresciaoggi)

Twitter-954x1024Lunedì scorso, 4 febbraio, ho pubblicato nella mia rubrica su Bresciaoggi quest’articolo. Erano i giorni delle scosse in Garfagnana, dell’allarme via Twitter e delle polemiche conseguenti.

Twitter sempre più al centro delle discussioni: prima a proposito dell’account di Benedetto XVI, poi di quello – invero ingessato e un po’ glaciale – di Mario Monti.
Continua a leggere “Twitterremoto (da Bresciaoggi)”

Da Bresciaoggi: Bruce Springsteen, la community dentro e fuori San Siro

(Con un po’ di lena riesco a mettermi a pari con la ripubblicazione sul blog dei pezzi che ho scritto per “Linguaggi della rete”, la rubrica quindicinale che tengo su Bresciaoggi. Questo è l’articolo scritto per l’11 giugno di ritorno dal concerto milanese del Boss) Continua a leggere “Da Bresciaoggi: Bruce Springsteen, la community dentro e fuori San Siro”

Da Bresciaoggi: silenzio, parla Twitter

Il 28 maggio 2012, pochi giorni dopo il ballottaggio per i sindaci di Parma e altre città, sul quotidiano Bresciaoggi è uscito questo mio articolo, per la rubrica quindicinale “Linguaggi della rete”. I social network dovrebbero partecipare al “silenzio elettorale”? Alcune riflessioni e due storie divertenti… Continua a leggere “Da Bresciaoggi: silenzio, parla Twitter”

L’elefante e il canarino

La mia rubrica su Bresciaoggi di lunedì scorso si è soffermata su un libro uscito di recente: “Twitter Factor” di Augusto Valeriani (Laterza), che descrive un mondo in cui al giornalismo professionale si affiancano le fonti informali dei social network, e oltre alla diplomazia tradizionale le community on line tessono relazioni e creano confronti. Quali le relazioni possibili? Quali spazi di cooperazione? Sono alternativi, sono in competizione?
Di qui potete accedere alla rubrica “Linguaggi della rete” di lunedì 14. Per completezza, vi posto anche il video in cui l’autore parla della sua ricerca. Continua a leggere “L’elefante e il canarino”

Fango e Twitter

Ancora una volta la mia rubrica “Linguaggi della rete” su Bresciaoggi ha tenuto conto dell’attualità. Lunedì 31 ottobre abbiamo parlato dei social network e di come entrano nella storia dei cosiddetti disastri naturali. Accanto ai mezzi tradizionali, mille voci da “dentro” lo scenario degli eventi raccontano e condividono informazioni utili.
Il pezzo è uscito sul quotidiano col titolo “Disastri naturali, Twitter ai tempi dell’emergenza” e si parla anche di un esperimento che i lettori di Tarantula e di Ibridamenti conosceranno: Facebook e gli status raccontano la storia di eventi collettivi.
L’articolo:

Continua a leggere “Fango e Twitter”

Non sparate sul passerotto…

…nel senso di Twitter, of course.
Come di consueto, lunedì 22 è uscita su Bresciaoggi la mia rubrica quindicinale Linguaggi della rete.
Stavolta lo spunto è stato offerto da David Cameron con le sue dichiarazioni a proposito dei social network in occasione della rivolta londinese di inizio agosto.
L’articolo s’intitola “Bloccare le comunicazione, soluzione «british» alla rivolta”: Continua a leggere “Non sparate sul passerotto…”

Obama, Pisapia e la spina nel fianco

Anche ieri (lunedì 27 giugno), sulla pagina “Internet & Hi-Tech” del quotidiano Bresciaoggi, è uscita la mia rubrica quindicinale Linguaggi della rete. Il titolo di questo numero era “La politica e la rete da Obama ai referendum”.
Alcune riflessioni sulle ultime consultazioni italiane, con l’aiuto ancora una volta di un bel libro (Sono le news, bellezza, di Michele Mezza). La Rete ha contribuito a salvare i referendum e all’elezione di candidati sindaci: e adesso? Che fine fa quel patrimonio di persone e di passioni che è stato la novità di questi mesi?

Continua a leggere “Obama, Pisapia e la spina nel fianco”

La rete e i quattro sì

Come è andata coi quattro referendum di 12 e 13 giugno lo sappiamo tutti: ora la politica dovrà fare i conti coi sì, ma l’informazione dovrà fare i conti con internet. E non so chi fra i due stia messo peggio.
Fra i mezzi di informazione, io dopo l’esperienza del voto, ancora di più vedo male il futuro della tv (di questa tv). La pochezza del format botta-risposta dei pochissimi dibattiti, in cui i partecipanti erano costretti ad affrontare temi complessi attraverso battute Continua a leggere “La rete e i quattro sì”

Amemipiace, 4/5/2011: Bang Bang

Dai blog.
Luca Alagna a proposito di Twitter che raccontava il blitz contro Bin Laden ben prima di chiunque altro:

“Quando forse neanche tutta l’amministrazione (o l’esercito) USA sapeva dell’attacco segreto delle forze speciali americane in un villaggio del Pakistan dove si riteneva fosse nascosto Osama Bin Laden un blogger ne stava già twittando al mondo.
Sohaib Athar, un consulente informatico pakistano che vive ad Abbottabad vicino Lahore, Continua a leggere “Amemipiace, 4/5/2011: Bang Bang”