Tutti abitanti di un paese di carta

Per cominciare dichiaro la mia totale inadeguatezza a scrivere una vera recensione di questo libro: troppe sono le cose passate e presenti (molte delle presenti sono in quelle pagine) che mi legano all’autrice e in vari modi alla storia che racconta. unpaeseNon è casuale, per esempio, che soltanto oggi riesca a raccontarvi del libro, dopo averlo smarrito e ritrovato, e poi smarrito ancora e ritrovato un’altra volta, nei miei spostamenti fra una città e un’altra. E non solo per deformazione professionale tendo a pensare che le vicissitudini del volume che ho avuto fra le mani per la prima volta poco più di un anno fa c’entrino con quello che lega me ad alcuni dei personaggi della storia, tesi fra due luoghi e fra appartenenze molteplici. Continua a leggere “Tutti abitanti di un paese di carta”

Siamo alberi o fiumi?

Bettini_radiciSul sito www.macchiatoinchiostro.it è uscita questa mia recensione del libro di Maurizio Bettini Contro le radici. Tradizione, identità, memoria (Il Mulino, 2012).

Ci sono parole d’ordine che non si possono proprio discutere: tanto profondamente sono entrate nel senso comune che suona addirittura sacrilego metterle in questione.
Per esempio la metafora delle radici: che non è soltanto l’argomento preferito di chi passa il tempo a tracciare distinzioni fra gli esseri umani sulla base del luogo di nascita, ma esprime universalmente il legame coi luoghi, con la cultura nella quale si è nati e alla quale ci si è formati.
Le radici hanno a che fare con l’appartenenza, con la tradizione, con la memoria. Con la storia di ciascuno di noi e con quello che lo lega alla storia di tanti altri. Che c’è di meglio e di più sano? E infatti.
Perché allora un libro “Contro le radici”? [continua a leggere su macchiatoinchiostro.it]