L’informazione e le metafore della paura

Apprendo da Martina Muratore (grazie!) di una ricerca i cui risultati sono stati presentati e discussi il 14 settembre a Padova nel convegno “Immigrazione, paura del crimine e i media: ruoli e responsabilità”. Condotta dal Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione dell’Università di Padova, si è occupata dei pregiudizi degli italiani circa i legami tra flussi migratori e terrorismo (o crimine) e di come l’informazione alimenti tali pregiudizi. Continua a leggere “L’informazione e le metafore della paura”

Sei uno stronzo, lo dice la scienza

Non ci bastava di dover vivere in questi tempi cupi di rissa infinita, volgare quanto inconcludente. Non ci bastava di stare in un paese incattivito e astioso. No, adesso ci mancava che ogni sentimento di ostilità e pregiudizio avesse il suo bravo argomento scientifico di sostegno. Non c’è rancore che non abbia la sua pezza d’appoggio scientifica, non c’è prurito violento e discriminatorio che non trovi avallo e santificazione in qualche test di laboratorio, non c’è offesa che non abbia modo di essere documentata senza tema di smentita.
Qualche mese fa lo psicologo Richard Lynn ebbe il suo quarto d’ora di notorietà anche da noi. Lynn è uno che ha una missione nella vita: dimostrare che non è lui che è razzista, sono loro che sono negri. Ma poteva restare un fenomeno del folklore parascientifico Continua a leggere “Sei uno stronzo, lo dice la scienza”