“Io non sono razzista, ma…”. L’intollerante egodistonico

Rilassatevi: nessuno di noi può ritenersi libero dalla paura e dal pregiudizio.
La prima, nei millenni, ha avuto un ruolo insostituibile nel conservare la pellaccia ai nostri progenitori, e ce l’ha oggi nel salvarla a noi guidandoci nel rapporto con tutto quello che ci è sconosciuto e che ci si presenta per la prima volta. Il secondo è ineliminabile (come si fa a non avere un pre-giudizio, un’aspettativa, anche se un po’ rigida, di quello che non abbiamo mai visto e che stiamo per conoscere?) e tutto sommato ha una sua utilità nell’aiutarci a costruire mappe della realtà per trovare sollievo da un grado eccessivo di disorientamento. Continua a leggere ““Io non sono razzista, ma…”. L’intollerante egodistonico”

Ha da accendere?

uomo-nella-nebbiaSono passati parecchi anni e un certo numero di metamorfosi. Per dirne una, all’epoca fumavo.
Ma, per quanto qualcuno possa trovare facile ipotizzare il contrario, il fatto che ho smesso è del tutto indipendente da questa storia.
Vivevo da poco al nord, e il desiderio di riuscire a campare me e la mia famiglia facendo solo il lavoro che mi piaceva e per cui avevo studiato mi induceva a passare serate in riunioni e iniziative culturali per frequentare il giro dei colleghi nelle mie condizioni, ma anche di quelli più anziani di me e più avviati. Questo accadeva perlopiù in coda a lunghe giornate in cui mi dividevo fra i libri e i due o tre lavori Continua a leggere “Ha da accendere?”