“Avvicinarsi alla complessità”. Intervista a Federica Sgaggio su buoni e cattivi

Del libro “Il paese dei buoni e dei cattivi” di Federica Sgaggio – giornalista, scrittrice, blogger di Verona – si è parlato in rete abbastanza da permettere di farsi un’idea del contenuto.
Il libro è bello e ve lo consiglio. Se vi capita di provare quel senso di asfissia davanti alle categorie binarie del bipolarismo nostrano, le pagine di Federica sono utili a farsi qualche idea su come quell’idea spaccata del mondo sia diventata per gran parte del pubblico il modo più ovvio e a portata di mano di percepire e descrivere la realtà; e su come ciò ha avuto conseguenze sulla nostra convivenza e su quel delicato e prezioso strumento di manutenzione della democrazia che è il giornalismo.
Non ripeto cose già dette e piuttosto vi segnalo articoli utili ad approfondire: su Valigia Blu ne parla Matteo Pascoletti; su Scrittori Precari Jacopo Nacci; su Carmilla Roberto Sturm.
Io avevo qualche domanda da rivolgere a Federica Sgaggio e le ho chiesto di fare una chiacchierata: ne è venuto fuori quello che potete leggere qui di seguito… Continua a leggere ““Avvicinarsi alla complessità”. Intervista a Federica Sgaggio su buoni e cattivi”

Tarantula consiglia: (1) “La delegazione arrivò a Massa senza troppi casini” di Duccio Battistrada

Quasi contemporaneamente rileggo in rete un racconto di un amico, uscito qualche anno fa in una antologia di nuovi autori, e ne leggo uno nuovo di un altro amico.
Ve li segnalo entrambi (e ve ne raccomando la lettura!) perché oltre alla coincidenza temporale, a cercare attentamente qualcosa li lega. Non solo che gli autori sono amici miei (ed entrambi, non so se lo sanno, una volta si sono trovati nello stesso posto: guardacaso, per la presentazione di un libro mio). Intanto il primo.
Duccio Battistrada è una delle persone più divertenti che abbia mai frequentato. Disegna, scrive e fa un’altra mezza dozzina di cose, fra cui Continua a leggere “Tarantula consiglia: (1) “La delegazione arrivò a Massa senza troppi casini” di Duccio Battistrada”