I miei dieci del duemilaundici

Ci sono tanti modi per scandire il tempo. Uno di quei modi ha a che fare con la musica. Per esempio, il 1969 è stato l’anno in cui sono andato alle elementari, ma anche l’anno di Volunteers dei Jefferson Airplane (l’ho ascoltato un po’ dopo, naturalmente); il 1981 debutta il pentapartito, ma esce anche The Man with the Horn di Miles Davis; l’anno prima in America Reagan era entrato alla Casa Bianca: ma soprattutto, Bruce Springsteen ci aveva dato The River. Continua a leggere “I miei dieci del duemilaundici”

Luca Francioso, dalla tutt’altra lontananza a Manerbio

Ci sono tante cose che uno si aspetta che possano accadere alla sera in uno studio di psicologia: una conferenza di psicopatologia, una lezione sui genitori, un corso sui figli e su come si fanno; una dissertazione sull’adolescenza, sui no che fanno bene, sui sì che fanno male, un insegnamento sui rischi di Internet, sul bello di Internet, sui bulli di Internet.
Nel mio studio giovedì sera abbiamo incontrato Luca Francioso e la sua chitarra. Continua a leggere “Luca Francioso, dalla tutt’altra lontananza a Manerbio”