“Madri” di Luca Casadio e Massimo Giuliani

cover MadriDa stamattina è nelle librerie “Madri”, scritto da Luca Casadio e da me e pubblicato dall’editore Castelvecchi di Roma.
Nasce da un’idea che Luca ebbe un paio di anni fa e nella quale accettai di coinvolgermi: due psicologi che raccontano le madri, e raccontandole mettono in gioco il proprio sguardo di psicologi e soprattutto di maschi. E dunque parlando di donne parlano anche di sé e di come guardano. Continue reading ““Madri” di Luca Casadio e Massimo Giuliani”

Annunci

Rèclame!

durangocatalogo

Vi dissi che la ragione per cui il blog è aggiornato meno di frequente di prima è la nascita di Durango Edizioni, una creatura nata a giugno e per la quale io e Marisa abbiamo cominciato a lavorare ben prima. Intorno a noi un po’ di amici aggiungono le loro idee e ci aiutano a fare progetti.
Questo post è per annunciare che Durango va al suo primo festival letterario! Passeremo tre giorni (da venerdì 9 a domenica 11 ottobre) a Volta La Carta, l’appuntamento dell’Aquila con la letteratura e l’editoria indipendente, arrivato alla terza edizione: sebbene con la carta Durango c’entri poco, perché si dedica con passione a pubblicare libri digitali e lo fa seguendo dei princìpi che si è dato da subito.

Così, colgo l’occasione per raccontarvi cosa ha combinato Durango finora, e per ricordarvi di sostenere questa piccola realtà. Come si sostiene una casa editrice? Il primo modo che mi viene in mente è comprare il suo libri: e il fatto che quelli di Durango siano bellissimi, combinato col fatto che li trovate (sul sito di Durango ma anche in tutte le librerie online, grazie alla distribuzione capillare di Streetlib, un gruppo di lavoro straordinario con cui è molto bello lavorare) a un prezzo che non supera mai i 4,99, dovrebbe aiutare. Continue reading “Rèclame!”

Roth, Zuckerman e gli altri. Un libro di Luca Casadio

casadio_rothSu Macchiatoinchiostro.it – per la rubrica “I giovedì della Rive Gauche” – esce questo mio post sull’ultimo libro di Luca Casadio Biografie e molteplicità dei sé (Guaraldi). Il libro riproduce l’intervento di Luca al Festival della Complessità 2013, organizzato dall’AIEMS e da Sergio Boria.
Leggete il post, ma di più leggete il libro.

Vedete voi se considerarla una recensione. Conosco da un bel po’ Luca Casadio, psicologo di Roma e autore dalla bibliografia ragguardevole e dalla scrittura complessa ma, come dire?, accogliente; conosco il suo percorso culturale e condivido molti dei suoi intenti, al punto che in qualche occasione abbiamo condiviso il calamaio per progetti comuni. Stabilite voi, dunque, se ciò mi rende inabile a render conto con oggettività e pacatezza di questo suo volumetto uscito per Guaraldi nella collana “I quaderni della complessità”.
Chiarito questo, ecco come la penso: di libri così ce ne vorrebbe uno alla settimana. [continua a leggere su macchiatoinchiostro.it]

Quasi al traguardo! #1000e1storia

tumblr_1000e1Il progetto interattivo narrativo “Le mille e una storia da…” dedicato ad Alex Schwazer, di cui vi ho parlato anche qui, è in dirittura d’arrivo.
Otto autori più un ospite più un illustratore (più Barbara Gozzi che cura il progetto insieme al sottoscritto) proveranno a restituire, diciamo così, profondità e prospettiva a una storia che i giornali e i dibattiti da social network hanno appiattito sulla dimensione “colpevole o innocente”, “eroe o rinnegato”.

Allora la storia sarà rinarrata da Martina Uras, Alessandro Busi, Caterina Morgantini, Luca Casadio, Andrea Ferrari, Francesco Giubilei, Valentina Caselli e dalla stessa Barbara Gozzi. Partecipa il Prof. Roberto Gambari (Ordinario di Biochimica, Università di Ferrara, intervistato su cose di doping e di eritropoietina), illustra Francesco Cattani.
Apre un mio breve scritto, chiude Barbara Gozzi.

Manca davvero poco.
Ma dove si troverà? Si scarica, si acquista, si sfoglia, si clicca, si naviga, si legge, che si fa?
Portate pazienza (anche se qualche dettaglio è svelato qui)…

Parliamo del “Padrone di casa”

Di Luca Casadio qua si parla spesso, l’ultima volta a proposito di questo che abbiamo fatto insieme (e insieme anche a lui).
Si è parlato anche, a più riprese, dei suoi racconti.
Ora è uscito per Progetto Cultura il suo primo romanzo, “Il padrone di casa” (qui, ma anche in ebook qui ad esempio). Me lo sto rileggendo, dopo aver letto mesi fa il manoscritto in corso d’opera, perché mercoledì sera ne parleremo insieme:

Continue reading “Parliamo del “Padrone di casa””

Dicono di “Il primo terremoto” (3): Luca Casadio

Sto iniziando a leggere “Il primo terremoto di Internet”. E’ un libro molto interessante e completo, che parla di intelligenza colletiva, di reti informatiche e di collettività.
Una riflessione originale e accurata sul terremoto dell’Aquila.
Ma non si limita a questo, tocca mile altri temi, sempre da prospettive mai banali. Ve lo consiglio vivamente.
(Luca Casadio su Facebook)

Parlando di virtuale e psicologia a Bergamo

skin_fist

Clicca sull’immagine in basso per vedere il video del mio intervento “Le metafore del virtuale in psicologia” al BiDiEffe, il seminario permanente “Bateson, Deleuze, Foucault” a cura di Pietro Barbetta (era la sera di giovedì 26 gennaio).
Poco più giù trovi il Powerpoint.
Grazie agli amici e colleghi del BDF.
(L’immagine in apertura viene da qui)
Continue reading “Parlando di virtuale e psicologia a Bergamo”

Ridere, ridere, ridere ancora

Edit 29 marzo 2016: Questo post mi fu chiesto per il sito Ilcapoluogo.it da Maria Cattini, che all’epoca lo dirigeva. Dopo avvicendamenti alla guida della rivista online, il post è scomparso. Lo ripubblico qui per intero.

L’Aquila, 23 nov 2011 – Torno da L’Aquila dove ho tenuto giovedì 17 una piccola conferenza – organizzata all’Auditorio Sericchi di via Strinella dall’Università per la Terza Età, che ringrazio ancora – sull’umorismo. “Penso dunque rido” era il titolo, preso a prestito da un librino, leggero ma sostanzioso, scritto da John Allen Paulos, professore di matematica di Filadelfia. Perché ridere è una cosa dannatamente seria, e non è strano che se ne occupino filosofi e intellettuali. Così, sono stato invitato a parlarne a L’Aquila in qualità di psicologo.

Dice: l’umorismo? Ma come? Gli psicologi non si occupavano di roba che fa piangere? Continue reading “Ridere, ridere, ridere ancora”

Tarantula consiglia: (2) “Alive” di Luca Casadio

Il secondo dei miei due amici di cui in questi giorni potete leggere dei racconti on line è Luca Casadio.
Luca è uno psicologo, l’ho conosciuto da collega e con lui ho avuto e ho uno scambio prezioso. Da psicologo ha scritto cose importanti e non di rado scrive pure racconti. Di una sua raccolta si è parlato anche qui su Tarantula.
Questo l’ho appena letto su Flanerì, un sito bello ricco che non vi so definire e infatti è meglio che andiate a farci un giro per farvi un’idea vostra (anche su Facebook).
Luca ha una passione per certi lati oscuri e non consueti delle persone, e li tratta con un affetto e una delicatezza particolari Continue reading “Tarantula consiglia: (2) “Alive” di Luca Casadio”