Note su internet, dipendenza, identità molteplice

Certe volte è proprio un peccato che interventi e dibattiti si perdano in quel buco nero che è la memoria di Facebook. Riprendo qui, anche per conservarlo per uso mio, l’intervento “Psicopatologia della rete quotidiana” che Luca Giudici ha pubblicato oggi sul social network, e di seguito il commento con cui ho provato a contribuire alla discussione.
Al dibattito partecipano molte altre voci e vi consiglio di andare a cercarlo, perché non si ferma qui: lo trovate se avete l’amicizia di Luca o la mia, o di altri suoi amici. Diversamente, non so. Continua a leggere “Note su internet, dipendenza, identità molteplice”

Tu non sei una macchina

Parlo spesso (ne parlavo qui, per esempio) della possibilità che la rete offre di coagulare collettivi, intelligenze sovraindividuali e distribuite, non soggette all’egemonia di un capo o al protagonismo di un singolo.
Sto leggendo il libro di Jaron Lanier Tu non sei un gadget e penso al punto di vista dell’autore, che non è uno di quelli per i quali era meglio quando la gente si vedeva di persona invece che su Facebook Continua a leggere “Tu non sei una macchina”