Su Facebook dici sempre la verità (da Bresciaoggi)

Si è parlato in rete di una ricerca americana secondo la quale la personalità degli utenti di Facebook si rifletterebbe pari pari nel social network: come sei, così appari.
La segnalo nel numero di lunedì 16 della mia rubrica “Linguaggi della rete” su Bresciaoggi.
Io ho l’idea che, almeno in una certa misura, quel che cerchi trovi. Il senso del cercare “somiglianze” fra le persone e il loro corrispettivo online credo abbia origine dal sospetto che ancora il virtuale (parola che suona come “menzognero”, “fasullo”, “ingannevole”) ci suscita, e dal bisogno di placarlo.
Continue reading “Su Facebook dici sempre la verità (da Bresciaoggi)”

Ammazza-blog: tanto rumore per…?

Come ogni volta, eccomi a linkarvi l’ultimo numero della mia rubrica “Linguaggi della rete” su Bresciaoggi. Lunedì 3 mi sono occupato del comma cosiddetto “ammazza-blog” e dei suoi potenziali effetti sulla vita della rete. Diversamente dal solito aggiungo qualche parola perché da lunedì ne son successe.
Di oggi pomeriggio è la notizia che il comma potrebbe non avere gli effetti tenuti, dal momento che un emendamento appena votato lo limiterebbe alle testate di informazione. Niente di definitivo, da quel che capisco, ma sembra che si faccia strada un po’ di ragionevolezza (mi piacerebbe pensare che le ha dato una spintarella la mobilitazione di questi giorni e la presa di posizione di Wikipedia).
Vorrei aggiungere due cosette. Continue reading “Ammazza-blog: tanto rumore per…?”

Avanti il Prossimo

Trentatré minatori cileni risalgono dal buco che per settanta giorni è stato la loro casa. Mezzo mondo ha seguito la loro vicenda, il piano per salvarli, l’attesa della risalita e infine l’epilogo. Uno alla volta son tornati alla luce del sole, insieme a medici e soccorritori che si erano calati volontariamente per organizzare il ritorno nel mondo di sopra.
Tutti abbiamo, con varie gradazioni di intensità e coinvolgimento, partecipato e trepidato, anche con sincera commozione. O no? Continue reading “Avanti il Prossimo”