Il terremoto racconta la rete

Che il web abbia raccontato il terremoto dell’Aquila in maniera – diciamo – complementare ai media tradizionali, lo sappiamo. Che abbia dato dapprima un contributo di partecipazione emotiva alle cronache, perché raccontava “da dentro”, anche questo è noto. Che via via sia diventato il controllore dell’informazione mentre i “grandi” mezzi di comunicazione cianciavano di ricostruzioni e ritrovata serenità, l’abbiamo detto tante volte.
Ma se è ovvio che la rete ha raccontato il terremoto dell’Aquila, non è altrettanto evidente che L’Aquila e il suo terremoto costituiscono un’occasione per “capire” la rete. Continua a leggere “Il terremoto racconta la rete”

L’elefante e il canarino

La mia rubrica su Bresciaoggi di lunedì scorso si è soffermata su un libro uscito di recente: “Twitter Factor” di Augusto Valeriani (Laterza), che descrive un mondo in cui al giornalismo professionale si affiancano le fonti informali dei social network, e oltre alla diplomazia tradizionale le community on line tessono relazioni e creano confronti. Quali le relazioni possibili? Quali spazi di cooperazione? Sono alternativi, sono in competizione?
Di qui potete accedere alla rubrica “Linguaggi della rete” di lunedì 14. Per completezza, vi posto anche il video in cui l’autore parla della sua ricerca. Continua a leggere “L’elefante e il canarino”