Irish coffee, ragazze innamorate e il flauto di Matt Molloy

[Per la rubrica “Le storie dei Mille”. Cos’è? È spiegato qua, e i primi centotrenta circa sono qua]

molloy
Osservate l’angolo inferiore sinistro della copertina. In questo post è spiegato tutto.

Mi fermò per la strada G., aveva l’aria di cercarmi da un pezzo: “Avevo proprio bisogno di parlarti!”
Cosa le sarà preso? Non era mai capitato che avesse bisogno di qualcosa da me.
“Ti ho visto, l’altra sera al Sing Out: così sei amico del violinista?” mi fece.
“Oh, beh” feci io. “Diciamo che lo conosco abbastanza, sì. Perché?”
In realtà quella sera l’avevo visto per la prima volta, era venuto a suonare al locale con una formazione con flauti, arpa celtica, bodhran, violino. Capitava che intervistassi i musicisti per la radio e che mi intrattenessi con loro a bere una Guinness molto oltre lo spettacolo. Continua a leggere “Irish coffee, ragazze innamorate e il flauto di Matt Molloy”