Si diventa ciechi e si perde anche la memoria

pornoLa collega Chiara Cicala, che ringrazio, mi segnala su Facebook questo articolo (da un sito che proclama di sostenere la “rivoluzione culturale” dell'”informazione indipendente e di qualità”), osservando – a ragione – che il titolo contiene una scorrettezza.
Il post si intitola “La pornografia su internet interferisce con la memoria” Continue reading “Si diventa ciechi e si perde anche la memoria”

Cani, porci & bufale. Su Bresciaoggi parliamo di “Facebook paranoia”

Lunedì scorso, 28 novembre, la mia rubrica Linguaggi della rete sul quotidiano Bresciaoggi parlava del nuovo allarme virale sull’ennesima presunta violazione della privacy ad opera di Facebook: “Aiuto, i miei post sono visibili su Google!”. Hai voglia a spiegare che sono visibili solo a quelli (amici, amici degli amici) a cui tu li rendi visibili. Se li vede tutto il mondo, è perché hai configurato il tuo livello di riservatezza nel modo più aperto possibile: ma l’hai scelto tu. Ma la “Facebook paranoia” è più tenace del buon senso e delle spiegazioni.

Continue reading “Cani, porci & bufale. Su Bresciaoggi parliamo di “Facebook paranoia””