O lo usi, o ti usa: ne parliamo mercoledì 8 maggio a Pavia (da Bresciaoggi)

fan

Per la rubrica “Linguaggi della rete” che curo sul quotidiano Bresciaoggi ho pubblicato lunedì 8 questo articolo.

Succede che l’8 di maggio alle cinque di pomeriggio sarò a Pavia in occasione di un incontro organizzato dal Comune in collaborazione con l’Università, il Centro Educazione Media e la Scuola secondaria di primo grado Casorati nel quadro delle Giornate dell’educazione. Hanno pensato a me per via di un librino che ho pubblicato l’anno scorso e che si chiama “Il primo terremoto di Internet” (su Amazon.it). Continue reading “O lo usi, o ti usa: ne parliamo mercoledì 8 maggio a Pavia (da Bresciaoggi)”

Annunci

Il “mondo piccolo”: sei, quattro, diciannove gradi (da Bresciaoggi)

Una notizia circolata nei giornali il mese scorso è stata l’occasione per l’articolo che Bresciaoggi ha pubblicato lunedì 18 marzo per la mia rubrica “Linguaggi della rete”. La notizia non link-barabasiera nuova e qualcuno ricorderà che ne parlammo qui quattro anni fa (e già non lo era).
Però ne ho approfittato per segnalare un libro che dopo una decina d’anni mi pare ancora interessante. Buona lettura.

Fa rumore la notizia di una scoperta, a prima vista incredibile, del fisico ungherese (ma docente a Boston) Albert-László Barabási. Continue reading “Il “mondo piccolo”: sei, quattro, diciannove gradi (da Bresciaoggi)”

Usare la rete come la televisione? (da Bresciaoggi)

grillo_americaSu Bresciaoggi nella mia rubrica “Linguaggi della rete” ho pubblicato lunedì 4 marzo l’articolo che trovate riprodotto qui.
Ci tornerò presto su, perché le dichiarazioni di Beppe Grillo di cui mi occupo qui (Grillo si schermisce sul merito del successo del suo movimento, per accreditarlo alla “rete” che “modifica il modo di guardare il mondo”) meritano qualche altra riflessione. C’è parecchio che non mi convince nella retorica delle “elezioni vinte in rete”, e quel che dico qui è che la rete nell’avanzata grillina c’entra solo di striscio.
Ne riparleremo. Continue reading “Usare la rete come la televisione? (da Bresciaoggi)”

Ehi, c’è Mammamsterdam in città! (Da Bresciaoggi)

rispostadelcavoloIeri, lunedì 18, su Bresciaoggi c’era la mia rubrica quindicinale “Linguaggi della rete”.
Tre giorni prima avevo passato il pomeriggio con Barbara Summa, arrivata dall’Olanda per un tour italiano di presentazioni del suo libro. Al Bookstop di Brescia abbiamo parlato di genitori, figli, mommy blogging e cose della vita. Mi pareva il caso di fare sul giornale un breve resoconto dell’incontro…

Continue reading “Ehi, c’è Mammamsterdam in città! (Da Bresciaoggi)”

Twitterremoto (da Bresciaoggi)

Twitter-954x1024Lunedì scorso, 4 febbraio, ho pubblicato nella mia rubrica su Bresciaoggi quest’articolo. Erano i giorni delle scosse in Garfagnana, dell’allarme via Twitter e delle polemiche conseguenti.

Twitter sempre più al centro delle discussioni: prima a proposito dell’account di Benedetto XVI, poi di quello – invero ingessato e un po’ glaciale – di Mario Monti.
Continue reading “Twitterremoto (da Bresciaoggi)”

Sogni e web: il virtuale nel virtuale (da Bresciaoggi)

campbell_wdpb_logoSull’ultimo numero (lunedì 21 gennaio scorso) di “Linguaggi della rete”, la mia rubrica su Bresciaoggi, ho raccontato di una esperienza nata dopo l’11 settembre del 2001 che nella rete ha da sempre la propria casa – diciamo – naturale: il World Dreams Peace Bridge.
Grazie a Massimo Schinco e a Jean Campbell per le informazioni e lo scambio.  Continue reading “Sogni e web: il virtuale nel virtuale (da Bresciaoggi)”

Via la carta, restano il corpo e la voce (da Bresciaoggi)

bsoggiL’articolo che ho scritto per il numero di lunedì 7 gennaio della rubrica “Linguaggi della rete” su Bresciaoggi è nato da una telefonata con Jacopo Nacci che mi raccontava un po’ di novità della sua attività di scrittore di romanzi e racconti (ne parla sul suo blog Yattaran, qui: leggete anche il suo post, è utile a capire di cosa si parla). Ne è venuta fuori una riflessione su Internet, narrazione e relazioni umane.
L’articolo è uscito col titolo “Neoumanesimo digitale, la storia che ritorna”. Buona lettura.
Continue reading “Via la carta, restano il corpo e la voce (da Bresciaoggi)”

Google, il clistere e lo “spirito del tempo” (da Bresciaoggi + video)

Google Zeitgeist 2012Lunedì 24 è uscita su Bresciaoggi – per l’ultima volta del 2012 – la mia rubrica “Linguaggi della rete”. A patto di non attribuirgli più significati di quelli che può avere, il rapporto “Google Zeitgeist” offre un quadro delle “tendenze” dell’anno fra gli utenti del motore di ricerca.
Questo è l’articoletto che ho scritto per la rubrica (sulle “tendenze” italiane; il video in fondo, invece, è ispirato alla classifica internazionale). Continue reading “Google, il clistere e lo “spirito del tempo” (da Bresciaoggi + video)”

Dopo le primarie: che parte hanno i social media? (Da Bresciaoggi)

Questo articolo è uscito lunedì 10 dicembre nella mia rubrica “Linguaggi della rete” su Bresciaoggi.
È possibile, dopo le primarie del centrosinistra, trarre conclusioni sull’influenza dei social media sulla consultazione? Sì, se non ci si aspetta una relazione lineare causa-effetto.
[foto da qui]
Continue reading “Dopo le primarie: che parte hanno i social media? (Da Bresciaoggi)”

La spia che mi taggava (da Bresciaoggi)

Facebook ha reso noto in che modo intende, d’ora in poi, coinvolgere gli iscritti nella discussione circa la normativa sull’utilizzo dei dati, che è una questione che sul social network suscita sempre le paure più irrazionali.
Ne ho parlato su Bresciaoggi di lunedì 26 novembre, nella mia rubrica “Linguaggi della rete”.

Poche cose generano allarme fra gli utenti dei social network come la questione della riservatezza dei dati. Abbiamo già detto come Facebook, nel quale è così dilettevole condividere pezzi della propria vita, finisca spesso proprio per questo per essere vissuto come

Continue reading “La spia che mi taggava (da Bresciaoggi)”