congresso-logo-1024x487La ragione per cui vi parlo qui del C.K.B.G. la capirete leggendomi fino alla fine. Prima devo spiegarvi che Il C.K.B.G. (Collaborative Knowledge Building Group) è una comunità di ricercatori interessati alla formazione e all’apprendimento collaborativo in ambienti online. È nato per creare scambio e collaborazione sia tra i ricercatori italiani che con i loro colleghi di comunità straniere, possibilmente con un occhio al sostegno allo sviluppo di quelle del sud del mondo. Pubblica la rivista Qwerty. Il C.K.B.G. terrà il prossimo congresso dal 29 al 31 gennaio del 2014 all’Università di Pavia. Nell’ateneo pavese si trova dunque la macchina organizzativa, che lavora di concerto con l’Università di Bari (nel cui DIpartimento di Psicologia il C.K.B.G. nacque nel 2005). Il titolo del congresso 2014 è “Tecnologia e leggerezza”. Dal programma scientifico:

Il tema si riferisce esplicitamente al testo di I. Calvino “Sei memo per il prossimo millennio” (1988). Calvino considera la leggerezza una qualità fondamentale della letteratura, uno strumento attraverso cui guardare ai fenomeni umani in modo nuovo. […] Il riferimento a Calvino ha una doppia valenza. Da una parte invita a riflettere sulle connessioni tra psicologia e letteratura con possibilità di indagare le trame narrative che vengono prodotte nelle interazioni on line, sia dal punto di vista metodologico, in cui si punta più alla narrazione del particolare che alla generalizzazione. […] Dall’altra il pensiero di Calvino ci induce a ri-pensare il ruolo della tecnologia: non più uno strumento per fare o per comunicare ma un dispositivo culturale capace di mettere in luce l’essenzialità delle persone, dei luoghi e delle organizzazioni entro cui funzionano, che rendendosi leggeri e invisibili contribuiscano alla loro vivibilità, sostenibilità, umanità. In definitiva si tratta di dare significato a contesti informali, come i network, che assumono sempre più una inclinazione di strutturazione della dimensione identitaria del singolo.

La Prof.ssa Zanetti dell'Università di Pavia
La Prof.ssa Zanetti dell’Università di Pavia

Ve ne parlo, dunque, perché sono nel Comitato Scientifico e mi sto occupando di coordinare dei lavori sul tema “Atemporalità e assenza di radicamento a un luogo”. Ho preso questo compito come una opportunità formidabile di fare mente locale su alcuni dei temi che più mi stanno a cuore in questi anni, cioè la relazione fra le dimensioni psicologiche dello spazio e del tempo, quella fra lo spazio e la narrazione di sé, e infine il virtuale come spazio metaforico. Sulle voci che ho pensato potessero animare la conversazione su questi argomenti vi dirò a tempo debito. Intanto segnatevi sull’agenda il 29, il 30 e il 31 gennaio dell’anno prossimo. Grazie alla Prof.ssa Assunta Zanetti, dalla conversazione con la quale emergono da qualche anno continue buone ragioni per un dialogo fra la prospettiva sistemica e il virtuale, e alla Dottoressa Valentina Percivalle, interlocutrice preziosa nel Comitato Organizzativo.

Annunci

One thought on ““Tecnologia e leggerezza” (dal 29 al 31 gennaio 2014)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...