Schermata 09-2456541 alle 13.55.29Quello che ci colpiva era come una storia umanamente interessante come quella non riuscisse a liberarsi dalle secche del giudizio morale: colpevole o innocente? Sembrava l’unica domanda interessante sia per i giornali che nelle conversazioni on line.
Quando dico “ci” colpiva, intendo Barbara Gozzi e me: lei perché esperta di scrittura e di personaggi, il sottoscritto perché – da psicologo clinico – sensibile al modo in cui certe narrazioni assegnano ruoli rigidi e stereotipati sulle persone.
Il campione, l’eroe di ieri diventa il traditore che non merita comprensione, o quello che si è perso e poi redento accettando la propria responsabilità – tanto da diventare un esempio per i giovani. Accusatori o difensori, la filosofia era la stessa. Non persona ma modello: dannoso e deprecabile o sano e raccomandabile.

Barbara GozziAbbiamo chiamato a raccontare amici autori, non per cercare un’altra Verità, ma per esplorare tutte le storie possibili dentro una storia. Il progetto “Le mille e una storia da…” sta arrivando a compimento.
Questi sono gli ideatori, qui è spiegato il senso, qui a che punto siamo e questo è il compagno di strada.
E questa a sinistra è Barbara.
Un po’ alla volta conoscerete gli autori coinvolti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...