spaziogialloaoperafotoattiliorossetti
Lo Spazio Giallo nel carcere di Opera.
Foto di Attilio Rossetti.

Bambinisenzasbarre lavora da anni perché il dramma della carcerazione non debba per forza innescare catene di sofferenze maggiori di quelle che già sono inevitabili.
Molto spesso i detenuti sono padri e madri. Troppo spesso la detenzione comporta un’amputazione della vita affettiva, per loro e per chi li aspetta fuori.
Centomila bambini entrano ed escono ogni giorno da duecentotredici penitenziari italiani per far visita ai propri genitori.
Bambinisenzasbarre sta realizzando “Spazi Gialli” dentro le carceri per garantire a quei genitori e ai loro bambini possibilità di incontro e di relazione in un ambiente quanto più vicino a un luogo in cui farsi compagnia per un po’ di tempo. Uno Spazio Giallo è un luogo in cui le famiglie e i bambini si preparano, insieme alle psicologhe, psicopedagogiste e arte-terapeute di Bambinisenzasbarre, all’incontro con il genitore detenuto.
Lo Spazio Giallo comprende un percorso d’accesso diseganto e creato apposta per i bambini che entrano nella “bolgia” del carcere.
L’associazione lavora per permettere a quei genitori di continuare a fare il proprio mestiere di padri e madri, e a quei bambini di continuare ad essere bambini, di avere una relazione con un genitore da non immaginare chiuso in un luogo segreto e oscuro quando non idealizzato proprio perché misterioso.

spaziogiallobollatefotostefanopavesi
Lo Spazio Giallo nel carcere di Bollate.
Foto di Stefano Pavesi.

Il lavoro è cominciato, e parecchio ancora c’è da fare. Dopo gli Spazi Gialli, c’è da avviare il Telefono Giallo, per sostenere famiglie e bambini con un genitore in carcere.
Conobbi Bambinisenzasbarre grazie a Giulia Pigliucci, e ne approfondii la conoscenza nell’occasione che vi raccontai l’anno scorso qui. Così adesso vi racconto una cosa, e se volete farla sapere in giro vi ringrazio.
È possibile dare a Bambinisenzasbarre un piccolo aiuto in questo lavoro.
Con un SMS al numero 45507 da cellulare (non aziendale!) fino all’11 maggio si mandano 2 euro che contribuiranno alla costruzione degli Spazi Gialli. Da rete fissa si mandano da 2 a 5 euro.

bambinisenzasbarrespaziogiallosanvittore
Spazio Giallo a San Vittore

Se siete di quelli che vogliono sempre sapere dove finiscono i soldi e cosa ci si fa, andate qua e qua.
Se siete di quelli che l’SMS mai e poi mai lo manderanno perché pensano che sia un modo troppo facile per sentirsi buoni e impegnati, meglio ancora, lavorate per davvero: fate in modo che più persone possibili vengano a sapere del 45507.
Se siete dei blogger e volete ribloggare questo post, fatelo. Se volete scriverne un altro, magnifico. Se volete condividerlo su Facebook o dove vi pare, fantastico. Se volete andare porta a porta nel vostro quartiere, grande. Ma prima mandate il vostro SMS.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...