Lo sapete: nel linguaggio di quella peculiare branca dello show televisivo che è la politica, conta, più di quel che si dice, come ci si pone. Il linguaggio non verbale, insomma.
Il che crea problemi quasi insormontabili in un momento in cui il dibattito è invelenito e scorbutico. Infatti il linguaggio non verbale non contempla la negazione: non puoi dire “non mi piace quello”, “non sopporto quell’altro”, “non mi piace la tua faccia”, “no a quella casta”, “no a quell’altra”.
Gli animali per esempio conoscono, com’è noto, solo il linguaggio non verbale: l’esempio classico è quello del leone che se volesse dirti “tranquillo, non voglio assalirti”, dovrebbe prima accennare l’aggressione e poi (quando sei lì che te la fai addosso) ritrarsi strizzandoti l’occhio. Che è una comunicazione efficacissima, se non fosse per quella manciata di secondi in cui la tua vita ti scorre davanti prima del sospiro di sollievo.
Insomma, non puoi dire “non voglio il gelato” senza prima mimare una lauta leccata e poi rifiutarlo in modo inequivocabile, per esempio col gesto di scagliarlo lontano. È complicato ed è anche paradossale: per negare qualcosa, devi prima sostenerla.
Ecco, io penso che questa trovata di farsi fare assessore e poi di ritirarsi una settimana dopo la conferenza stampa in pompa magna (in cui continuava a ripetere “non sono un politico!”, “non sono un assessore!”, “non sono una pipa!”, ma nessuno gli dava retta), sia geniale. Chiami i giornalisti, sfoderi la tua migliore aria di sufficienza, poi quando ti chiamano assessore li squadri come se avessero detto “se avrei”, e infine qualche giorno dopo rinunci sbadigliando con l’aria di chi dice “per Assurbanipal, che gente mi tocca frequentare”.
Come se Odifreddi, per farci sapere che odia i preti, entrasse in seminario e poi si facesse investire da un autoarticolato.
Così adesso Franco Battiato non è assessore. Vabbè, dirai: nemmeno Umberto Tozzi e gli Alunni del Sole, se è per questo, e non hanno mai avuto bisogno di rassicurarci sul fatto che non sono dei politici.
Sì, ma loro sono banali, non sanno molto di linguaggio non verbale.

Aggiornamento 22 novembre 2012: appena pubblicato questo post mi segnalavano che da qualche parte c’è la smentita della notizia, e che perciò Battiato, a differenza degli Alunni del Sole, potrebbe essere assessore al turismo ancora per un pochino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...