Urban knitting
Urban knitting di peterned, su Flickr

Se siete amici del ragno, di Animammersa ormai sapete molte cose.
Quello che forse non sapete ancora è che in questi giorni sta animando “Mettiamoci una pezza”, un’azione di urban knitting (dicesi anche “yarn bombing”: come dei graffiti, ma di lana; per rivestire piazze, angoli di città con migliaia di quadrati colorati cuciti insieme) in previsione del 6 aprile, terzo anniversario del terremoto.Cento metri quadrati di pezze di lana erano previsti: sono probabilmente molti di più.
Lana da tutti gli angoli d’Italia e da tutto il mondo (con la complicità di altri gruppi di “maglia urbana”), per mettere insieme una grande coperta che rivestirà altrettanti metri di un centro storico grigio e svuotato.
L’idea mi piace da morire: riuscite a immaginare un gesto più protettivo e amorevole che rivestire la città ferita di una grande, colorata e calda sciarpa di lana?
Mancano poche ore.
Intanto cliccate sul link poco più giù e ascoltate l’intervista che Patrizia Bernardi di Animammersa ha rilasciato a Caterpillar, Radio 2, lunedì pomeriggio.

Animammersa a Caterpillar, 2 aprile 2012

Annunci

2 thoughts on “Metti la maglia di lana (urban knitting a L’Aquila)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...