Lo chiamavano Trenita’ (5): Duke Ellington

Una serie di videopost per esprimere tutta la nostra gratitudine per un mezzo di locomozione che ha ispirato tanta della musica che amiamo, nonostante Trenitalia.
Il treno “A” cui è dedicato questo classico di Duke Ellington e Billy Strayhorn è un convoglio della metropolitana: ma la sequenza di questo video è girata in un vagone ferroviario, in un tempo in cui riuscivano a metterci dentro un’intera orchestra swing.
Nella nostra esperienza, invece, è più facile procurarsi una richiesta di risarcimento per aver provocato lo spappolamento della milza del vicino di sedile cercando di digitare un numero sul telefonino.

(Clicca per i post della serie “Lo chiamavano Trenita’”)

Annunci

2 thoughts on “Lo chiamavano Trenita’ (5): Duke Ellington

  1. altro che la tristessa di tramjazz a roma
    (cene a lume di candela: quando passa, la gente si gratta): riguardatevi la bellezza di “the train kept a-rolling” (yardbirds by jimmy page) preso dal grande “blow up” di antonioni. forse la metafora è che se il treno non “rolla” più andrebbe fatto a pezzi. mi accontenterei se trenitalia venisse portata davanti a un tribunale internazionale per crimini contro l’umanità e disastro ambientale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...