La mia rubrica su Bresciaoggi di lunedì scorso si è soffermata su un libro uscito di recente: “Twitter Factor” di Augusto Valeriani (Laterza), che descrive un mondo in cui al giornalismo professionale si affiancano le fonti informali dei social network, e oltre alla diplomazia tradizionale le community on line tessono relazioni e creano confronti. Quali le relazioni possibili? Quali spazi di cooperazione? Sono alternativi, sono in competizione?
Di qui potete accedere alla rubrica “Linguaggi della rete” di lunedì 14. Per completezza, vi posto anche il video in cui l’autore parla della sua ricerca.

Un elefante in un giardino di infanzia che pretende di sedersi sulle seggioline destinate ai bambini: questo sarebbero le culture professionali dell´informazione e della diplomazia se pretendessero di entrare in competizione con il «giornalismo partecipativo» prodotto dai cittadini attraverso i social media o con quella diffusa «diplomazia 2.0» dei blogger e degli utenti dei social network, comunità transnazionale che discute e si confronta e che costituisce un elemento di pressione informale per i regimi.

Continua a leggere “Twitter factor, nel regno della diplomazia 2.0” nella pagina “Internet & Hi tech” di Bresciaoggi di lunedì 14 novembre 2011.

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=FBuQzedU6tY’%5D

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...