La pelle delle donne

senonoraSegnalo due post (belli, secondo me, di quelli che ti fanno fare domande) pressoché sincroni che si occupano di questioni contigue: Zauberei riflette sulla faccenda del manifesto del PD con la gonna che svolazza (perché “cambia il vento”, no?) e Federica Sgaggio ci mette a parte di alcune considerazioni sorte dopo una visione del documentario “Il corpo delle donne” (trovate il trailer in fondo a questo articolo). Come vedrete, non guardano esattamente dalla stessa prospettiva…

…Il poster, con un aroma di tardi anni 50, parlava dell’Italia che conosciamo: maschi la cui massima libertà sta nel far volare la cravatta dello stesso colore di sempre, anche se gagliardamente sorridenti e femmine che amministrano la ruota della gonna, secondo una divisione di genere che non dovrebbe conoscere discussioni…

Leggi “Anche zauberilla pontifica sur poster”, di Zauberei.

…Qual è, dunque, la lettura maggioritaria di quel filmato agghiacciante?
Che l’uso del corpo femminile è prigioniero degli stereotipi.
Non solo: che è prigioniero degli stereotipi maschili.
Non solo: che è prigioniero degli stereotipi maschili che certificano la sostanziale minorità delle .
Io non dico che tutto questo non ci sia.
C’è. Non posso pensare che tutta quella pelle e tutta quella carne e tutta quella  non abbiano a che vedere con l’umiliazione femminile e con la relazione fra maschi e femmine.
Però…

Leggi “donne, corpi, vita e morte (riprendiamoci la disperazione)”, di Federica Sgaggio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...