Che poi, Habemus Papam non è un film che parla di cattolici, atei, psicoanalisti. Anzi, a un certo livello parla di quelli (cattolici, atei, psicoanalisti) che boicottano i film che non hanno mai visto.
Di quelli che quando c’è da stare vicino alla foto del presidente della repubblica nell’ufficio del catasto, il crocefisso non è mica un simbolo religioso, no, è un simbolo di tutti. E invece poi, se usi il papa come una metafora della responsabilità per raccontare una storia che riguarda tutti, giù le mani, come si permette?, quella è roba nostra.
Di quelli (cattolici, atei, psicoanalisti) che fanno il gioco delle tre carte con fanti e santi in modo da avere sempre ragione loro.
Appena ho una mezz’oretta ti racconto come l’ho visto io.
Aggiornamento 26 aprile: ecco come l’ho visto io.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...