Sarà tra breve nelle librerie “Per una genealogia del virtuale. Dallo specchio a Facebook” di Maddalena Mapelli (editrice Mimesis).
Mi sono trovato più di una volta, in questi anni, a conversare con Maddalena, in privato e in pubblico, sulla sua visione del virtuale: che dai convegni in cui l’abbiamo ascoltata e dagli articoli in cui l’abbiamo letta (e dal blog Ibridamenti!) approda in questo libro.
Qui Maddalena affronta il virtuale a partire dalla storia dello specchio come dispositivo che genera immagini virtuali. Che è una storia tutta veneziana, perché parte dalla Murano del 1400 e arriva a Michelangelo Pistoletto, che nella Biennale d’Arte 2009 (in un Padiglione Italia con le pareti ricoperte di specchi) è protagonista di una performance di cui Youtube ha in seguito moltiplicato le immagini: se non la conoscete, vi prego, cliccate sul link.
Ma del libro e del metodo di ricerca genealogico parleremo un’altra volta: intanto volevo mostrarvi la nuvola del libro di Maddalena: le 160 parole più ricorrenti (sulle 80166 che lo compongono), riprodotte nella nuvola in dimensioni proporzionali alla frequenza con cui ricorrono nel libro. Guardatela e ditemi se non è un modo interessante di farsi un’idea di un libro prima di leggerlo (e forse, anche dopo averlo letto).
Cliccateci su per ingrandirla.

Annunci

5 thoughts on “Nuvole: Maddalena Mapelli, “Per una genealogia del virtuale”

    1. Belle le tue nuvole, me le ero perse! Aspetto con ansia la nuvola del libro misterioso! Questo programma mi ha davvero esaltato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...