Al telegiornale di Rainews 24 a parlare di informazione dal basso, di narrazioni collettive, di OUT Facebook e di utilizzo dei social network e dei blog per raccontare da altri punti di vista gli eventi che ci riguardano. Buon segno.
Quello che segue è il video della mia intervista.
Grazie a un sacco di persone. Agli amici di Ibridamenti.com per la curiosità e per la potenza di fuoco; ad Adriano Di Barba per il pressing su Corradino Mineo; a Paolo Pacitti perché ha pensato che si doveva proprio fare; alla scrittrice Violetta Bellocchio (giuro!) che nella saletta d’aspetto del Centro di Produzione RAI di Milano in Corso Sempione ha fatto due chiacchiere con me (aspettava di andare in diretta su Raitre, credo) e si è incuriosita ad OUT Facebook; alla hostess RAI che mi ha scortato nello studio e ha cercato invano di spiegarmi come si sta davanti alla telecamera (in bocca al lupo per i suoi studi di giurisprudenza); al conduttore dell’edizione delle 22,30 del notiziario.
Massimo Schinco, poi, per aver registrato l’evento e per fare delle domande di cui, lì per lì, non sai mai la risposta.

Ibridamenti e OUT Facebook su Rainews 24, 2 luglio 2009 – Intero from massimo giuliani on Vimeo.

P.S.: per i collezionisti. Il video dell’intervista c’è anche in alta qualità, diviso in quattro capitoli: si trovano qui.

Annunci

5 thoughts on “Buon segno

  1. Caro Massimo, non solo è prezioso il lavoro che fai, che fate, ma che bello sentire “parlare”, argomentare, illustrare, muovere il pensiero anche nella televisione! Bravo anche il conduttore di Rai News 24 che lascia fare davvero informazione e non isteriche raffiche di frasi che non possono essere più lunghe di 30 secondi! Che sia davvero l’inizio di un modo più attuale, adeguato di comunicare ? Un abbraccio e non mollate, Caterina

  2. grazie anche da parte mia a Massimo/i (giuliani e schinco) e agli amici di ibridamenti. Mi pare davvero un modo rispettoso e efficace di raccontare un evento corale dando voce a chi l’ha vissuto in prima persona. In questo modo la storia delle persone diventa memoria collettiva.
    Beppe

  3. Grazie a chi commenta e sostiene.
    Vi farà piacere sapere che è uscita anche la seconda parte di questo lavoro. Riguarda il periodo che comincia tre giorni dopo il terremoto e arriva a luglio. Qui!
    Spero che torniate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...